Aero Club VO.LI - Aeromodellistico
home    Iscrizioni e doc    Pianura    Pendio    Altre cat.    Sport    indoor    Calendario    Notizie    Pubblicazioni    Contattaci  
 

Veleggiatori Pendio

elenco notizie

37^ COPPA SISEMOL E 1^ COPPA LAVERDA

CALENDARIO 2017 F1E

CAMPIONATO ITALIANO 2016 CAT. F1E

REGOLAMENTO E CALENDARIO WORLD CUP2017

LA CATEGORIA F1E - ARTICOLO DI VFR AVIATION

CAMPIONI DEL MONDO 2015 JUNIOR E SENIOR F1E

VUOTI DI RESOCONTI

TROFEO FRANCESCO MULA 2014 - Cat. F1E

IL PROGRAMMA DEL PENDIO PER IL 2014 E PRIMI RISULTATI POSITIVI

IL TRADIZIONALE PRANZO F1E e non solo...

CAMPIONATO ITALIANO 2013 Cat. F1E

6^ SISEMOL AUTUNNO 2013

TROFEO FRANCESCO MULA 2013

LE WORLD CUP F1E dei MONTI LESSINI 2013

CAMPIONATO DEL MONDO F1E - SLOVACCHIA

33^ COPPA SISEMOL

TURDA CUP E MEMORIAL CRINGU POPA CUP

IL TROFEO TINO COSMA 2012 - Classifiche finali

REGOLAMENTI, PROGRAMMA INVITO DI COMPETIZIONI F1E

CALENDARIO F1E 2013

BAU' Eligio si laurea CAMPIONE ITALIANO 2012

5^ COPPA D' AUTUNNO - 4^ Prova di C.I. 2012

WORLD CUP 2012 F1E - TURTENAY, France

CAMPIONATO EUROPEO F1E - Turda, Romania

32^ COPPA SISEMOL - 3^ Prova di C.I. 2012

16^ TROFEO CANSIGLIO - Cat. F1E

WORLD CUP 2012 - 2^ VOLARE LESSINI E 7^ COPPA PRIMAVERA

PARTECIPAZIONI INTERNAZIONALI DI PRIMAVERA 2012

TROFEO TINO COSMA - Risultati generali

CALENDARIO SPORTIVO CAT. F1E

LA STAGIONE 2011 DELL'F1E - Relazione del Caposquadra e Classifiche Finali campionato Italiano 2011.

Amedeo BERTO - Campione Italiano F1E 2011 - Monte Sisemol, Gallio - 2 Ottobre 2011

7^ Poitou Charentes e 2011 Poitou Moncontur - 24-25 Settembre 2011- World Cup F1E

FAI WORLD CHAMPIONSHIP 2012 - Class F1E - Senior e Junior

TROFEO TINO COSMA - Categoria F1E

MARTIN (Slovacchia) - World Cup 2011 cat. F1E

15^ PIAN CANSIGLIO - Terza di Campionato Italiano F1E 2011

31^ COPPA SISEMOL - World Cup 2011 Cat. F1E - Risultati

COPPA LESSINI 2011 - Campionato Italiano Cat. F1E - Cronaca e risultati

6^ Coppa Primavera - World Cup 2011 cat. F1E - Risultati e Cronaca

WC 2011 - RANA SPRING 1 e RANA SPRING 2 - Cronaca

WC 2011 cat. F1E - OBERKOTZAU - Cronaca

UN SUCCESSO AL FEMMINILE NELLA CAT. F1E

Calendario F1E - 2011

A Cansiglio, Claudio Bognolo e' campione italiano 2010

3^ Trofeo Francesco Mula 2010 - VOLTERRA

10^ Coppa Gino Piccoli 2010

W.C. 2010 cat. F1E sul Monte Sisemol

ORDINARIE STORIE DI F1E

CAMPIONATO DEL MONDO F1E - SLOVACCHIA

La cronaca del Capo Squadra Italia F1E Maurizio Tomazzoni sul Campionato del Mondo svoltosi a Martin in Slovacchia nella settimana dal 26 al 30 Agosto 2013

L'Italia partecipa al campionato del mondo F1E 2013 con due rappresentative: senior composta da Romeo Sartori, Mauro Agosti e Eligio Baù, al rientro dopo lunga assenza a questi vertici, e junior dove sono confermati Angelo Sartori, Davide Gasparoni e Andrea Gritti. La squadra è capitanata per il diciannovesimo anno da Maurizio Tomazzoni, con accompagnatori/recuperatori Mara Straffelini, Amedeo Berto, Elisa Sartori e Antonio Borchia.
Quella che si presenta all'Hotel Impozant dove è fissato l'alloggio delle squadre e dell'organizzazione il 24 agosto mattina, è la prima parte del gruppo, deciso a partecipare alla gara di World-Cup in programma il 25 agosto: la “Martin Cup”. Poi a seguire il 26 agosto è prevista la punzonatura modelli, il 27 agosto il campionato junior, il 28 la gara senior, ed infine il 30 la “Nosko Memorial”, altra gara di world Cup che precede il banchetto.
La prima gara è dura: dinamica discreta, terreno praticabile ricco di colline ed avvallamenti che rendono i voli non semplici. Il numero di partecipanti è imponente: 75, e le condizioni permettono a ben 35 di loro di accedere allo spareggio nonostante i 5 minuti richiesti di volo per tutti i 5 lanci. Tra gli spareggianti anche i nostri Mara Straffelini, Eligio Baù e Antonio Borchia. Il pieno viene così fissato a 7 minuti abbassando molto il punto di lancio, dove comunque passano ancora in 12, compresa Mara Straffelini.
Altro spareggio a 9 minuti, partendo da una posizione impossibile con qualche perplessità in qualnto l'orario viene fissato dopo 40 minuti, ma non rispettato. Vince lo junior tedesco Florian Winker che aveva già dimostrato una grande preparazione nella gara di world cup ai Lessini in Italia, seguito dall'americano Peter Brooks e dal polacco Franciszek Kanczok. Quinta la nostra Mara Straffelini, che però non ha potuto recuperare in tempo il modello del primo spareggio, anzi, non è nemmeno partita perché pareva non vi fosse il tempo materiale. Sesta la squadra del GAR, in una classifica mai così ricca, con ben 20 team iscritti.
Finita la giornata, tutto sommato positiva visto il risultato, iniziano guai a raffica. La sera arriva la notizia che Davide Gasparoni non può essere presente causa malattia. La squadra junior è così azzoppata. Il mattino seguente Fly, il vivace labrador di Mara, pesta inavvertitamente un vetro tagliente e si recide il tendine della zampa anteriore. Ricerca del veterinario e primo intervento. Ma fine della libertà. Segue lunga odissea (durata mesi) comprensiva di operazione chirurgica a Monaco di Baviera e lunghissima degenza.
Si va comunque alla punzonatura dove tutto va liscio. Ma il giorno della gara junior uno sciame di vespe investe il caposquadra Maurizio Tomazzoni, che ripetutamente punto sulla testa, è costretto a starsene seduto semi-moribondo per tutto il tempo della gara. Per fortuna già al pomeriggio va meglio e si riprende in pieno. Infine nel pomeriggio la mitica FIAT Tempra di Romeo Sartori inizia a dare segni di cedimento. Apparentemente la batteria, che viene poi sostituita, ma che procurerà strascichi lunghi con rientro ritardato da parte di Romeo.
Nel mezzo di questi due giorni di sfortuna come se ne incontrano pochi nella vita, impattiamo nei campionati. Presidente della giuria internazionale è il tedesco Gerhard Wöbbeking, altri membri sono il ceko Ivan Horejší e l'italiano Roberto De Castiglione, che all'ultimo momento ha sostituito ben due assenti (non del tutto giustificati). Direttore di gara Miroslav Majercik, slovacco. Un gruppo che si è dimostrato all'altezza anche di situazioni non proprio facili.
La gara junior per gli italiani è costellata di piccoli errori fin dal primo lancio, che relegano Andrea Gritti e Angelo Sartori oltre il decimo posto, ed ovviamente la squadra, orfana di un componente, in coda . Una gara per noi senza storia, con ben 7 concorrenti in spareggio e vinta con merito dal polacco Konrad Žurowski presente anche ai vertici della classifica di coppa del mondo, davanti alla francese Aurelie Trachez ed il rumeno Mihnea Niculescu. Per nazioni Romania davanti a tutti, davanti alla Francia e alla Repubblica Ceka.
Il 28 agosto tocca ai senior. La gara pare mettersi al meglio perché nei primi due voli i tre azzurri ottengono il punteggio massimo. Non sono gli unici, ma le nazioni a punteggio pieno sono solo tre. Ma già dalla fine del secondo lancio la situazione meteo cambia. Vento debole a tratti negativo, e soprattutto arriva la pioggia. La giuria attende e cerca un altro punto di lancio, finché, fidandosi delle previsioni meteo, si rimanda tutto al giorno dopo. Ed il terzo lancio è subito complicato per gli italiani: Sbagliano sia Sartori che Agosti, con un tempo che lascierebbe però l'Italia ancora agganciata al podio. Al quarto lancio purtroppo sbaglia anche Baù, mentre Sartori infila un bruttissimo lancio senza se e senza ma. Un minuto per lui, ed addio sogni di podio per l'Italia. A poco valgono i pieni dell'ultimo lancio ancora di Agosti e Baù.
Finisce con l'amaro in bocca; per Baù che si ritrova quarto ad una manciata di secondi dal terzo gradino del podio, mentre la gara è decisa da uno spareggio a due tra il francese Alain Roux, e l'americano Robert Seeflit. Vince Roux aggiudicandosi il titolo per la seconda volta, e terzo un altro francese: Pierre Chaussebourg. A squadre i francesi davanti di qualche punto agli USA, e poi la Romania. L'Italia quinta nonostante i grandi errori.
Resta da disputare la “Nosko Memorial”, altra gara di world Cup prima delle premiazioni ed il banchetto. Ma evidentemente gli italiani sono scarichi (oltre che depressi) da quanto è finora accaduto, sicché l'unico a cavare qualcosa dalla gara è Borchia che si piazza quindicesimo, mentre a squadre il GAR è addirittura dimenticato dalla classifica. Non se ne accorge nessuno... Vince il rumeno Marian Popescu in spareggio davanti ai due Mang (Armin e Edith) e mette una seria ipoteca sulla coppa del mondo 2013, che aveva già vinto più volte in passato.
Finisce come sempre col banchetto conviviale e la premiazione, fra abbracci, baci e danze folkloristiche sempre molto applaudite. Ancora una volta siamo fuori dal podio di pochissimo. Stavolta nell'individuale. E manca sempre quel qualcosa che non è bravura o preparazione in più. Si tratta di una cosa che inizia per c...(fortuna)
Tanto per concludere come era iniziata, al rientro la macchina di Sartori fa le bizze come detto e lo costringe a soggiornare due giorni a Vienna, ma per gli altri tutto fila liscio e non resta che meditare sugli errori e coltivare la rivincita. Nello stesso posto, a Martin nel 2014 per gli europei.


Alcune foto dell'evento


Aero Club VO.LI - Aeromodellistico - Via Legnano 3 - 10128 Torino (TO) - C.F./P.IVA: 02029700222 -